Dichiarazione dei Redditi di persone fisiche

Dichiarazione dei Redditi di persone fisiche

Approfondimenti

Dichiarazione dei Redditi di persone fisiche

Che cos’è la Dichiarazione dei Redditi?

La Dichiarazione dei Redditi è il documento contabile attraverso il quale il cittadino-contribuente comunica al fisco il proprio reddito, ed effettua i versamenti delle imposte relative a partire dalla base imponibile e dalle aliquote fiscali per ciascuna imposta dovuta.

 

DICHIARAZIONI DEI REDDITI SENZA PARTITA IVA: 730, UNICO

Deve essere presentata dai cittadini-contribuenti che hanno un lavoro dipendente presso un’azienda o un ente pubblico (per redigere il 730). Chi ha più fonti di reddito deve presentare l’Unico (affitti da contratto di locazione ad esempio).
Dalla dichiarazione si possono scaricare una serie di costi che vanno ad incidere sull’ammontare del risultato della dichiarazione (debito o credito).

 

DICHIARAZIONI DEI REDDITI CON PARTITA IVA: UNICO

Deve essere presentata dai cittadini-contribuenti che esercitano un lavoro da professionista o collaboratore esterno ad esempio presso un’azienda o in attività indipendente. In base al tipo di inquadramento fiscale in sede di apertura della Partita Iva e/o di fatturato si possono predisporre diversi tipi di contabilità redatta contestualmente in sede di Dichiarazione dei Redditi (forfettaria, minimi) oppure periodicamente a seconda della tipologia di contabilità richiesta (semplificata, ordinaria, ad esempio).
Dalla dichiarazione si possono scaricare una serie di costi che vanno ad incidere sull’ammontare del risultato della dichiarazione (debito o credito).

RICHIEDI UN APPUNTAMENTO

La giornata dedicata a Te e alle tue necessità è:
Martedì pomeriggio
presso gli uffici de LA CATTOLICA
in Via Cassini, 22/I a Torino

Vai

Seguici su:

Contatti

}

orari

I nostri uffici sono aperti
dal Lunedì al Venerdì:
dalle 8.00 alle 12.00 e
dalle 15.00 alle 18.00.

Sabato:
dalle 8.00 alle 12.00.

servizi 24 ore su 24

Tutto l'anno, compresi giorni festivi.

Il Nostro Personale resta sempre a completa disposizione della clientela ed è sempre raggiungibile attraverso il numero verde

Richiedi informazioni

    Nome *
    Cognome *
    La tua Email *
    Telefono *
    Messaggio *



    Diritto inespresso: di cosa si tratta?

    Diritto inespresso: di cosa si tratta?

    Approfondimenti

    Diritto inespresso: di cosa si tratta?

    Cosa è un diritto inespresso?

    Un diritto inespresso è un diritto del cittadino, poco conosciuto, che si riferisce a dei benefici di tipo pensionistico, sociale o fiscale.

     

    Perché sociale?

    Un diritto inespresso è sociale perché compete non solo ai pensionati ma anche al cittadino in quanto tale (es. Bonus Acqua).

     

    Perché fiscale?

    Un diritto inespresso è fiscale perché riguarda tematiche legate al fisco (es. bonus affitti e altri oneri detraibili e/o deducibili).

     

    Come si può conoscere?

    Attraverso un CAF o un Patronato professionalmente riconosciuto oppure recandosi presso i nostri uffici di Via Cassini, 22/I al martedì pomeriggio di ogni settimana.

    RICHIEDI UN APPUNTAMENTO

    La giornata dedicata a Te e alle tue necessità è:
    Martedì pomeriggio
    presso gli uffici de LA CATTOLICA
    in Via Cassini, 22/I a Torino

    Vai

    Seguici su:

    Contatti

    }

    orari

    I nostri uffici sono aperti
    dal Lunedì al Venerdì:
    dalle 8.00 alle 12.00 e
    dalle 15.00 alle 18.00.

    Sabato:
    dalle 8.00 alle 12.00.

    servizi 24 ore su 24

    Tutto l'anno, compresi giorni festivi.

    Il Nostro Personale resta sempre a completa disposizione della clientela ed è sempre raggiungibile attraverso il numero verde

    Richiedi informazioni

      Nome *
      Cognome *
      La tua Email *
      Telefono *
      Messaggio *



      Decesso e pensioni: tutto quello che c’è da sapere

      Decesso e pensioni: tutto quello che c’è da sapere

      Approfondimenti

      Decesso e pensioni: tutto quello che c’è da sapere

      Le pensioni Inps o di altro ente di previdenza pagate dopo la morte del titolare vanno sempre restituite.

      Generalmente per le pensioni accreditate sul conto corrente, la banca sospende automaticamente la ricezione delle pensioni e restituisce le somme eventualmente incassate non appena ha notizia del decesso del correntista. Ma non è detto che lo venga a sapere in tempo utile per evitare che gli eredi prelevino l’importo. È quindi compito dell’erede con delega accertarsi che questo venga fatto.

      Occorre anche denunciare all’Inps (o ad altro ente di previdenza) la morte di un assistito nel più breve tempo possibile, altrimenti la restituzione delle somme indebitamente percepite dopo la morte del pensionato, anche nei casi in cui non c’è malafede, può essere gravata di interessi di mora.

       

      RICHIEDI UN APPUNTAMENTO

      La giornata dedicata a Te e alle tue necessità è:
      Martedì pomeriggio
      presso gli uffici de LA CATTOLICA
      in Via Cassini, 22/I a Torino

      Vai

      Seguici su:

      Contatti

      }

      orari

      I nostri uffici sono aperti
      dal Lunedì al Venerdì:
      dalle 8.00 alle 12.00 e
      dalle 15.00 alle 18.00.

      Sabato:
      dalle 8.00 alle 12.00.

      servizi 24 ore su 24

      Tutto l'anno, compresi giorni festivi.

      Il Nostro Personale resta sempre a completa disposizione della clientela ed è sempre raggiungibile attraverso il numero verde

      Richiedi informazioni

        Nome *
        Cognome *
        La tua Email *
        Telefono *
        Messaggio *



        Open chat